domenica 20 maggio 2018

Nono Compleanno del mio Blog


20 maggio 2009 - 20 maggio 2018

Per il nono compleanno del mio blog non posso far altro che festeggiare con la Torta paesana, la specialità della Brianza.



         TORTA PAESANA   (specialità della Brianza)

          Ingredienti e dosi per 12 persone:

1,5 lt. Latte
400 g. pane raffermo (di tre giorni, non secco)
300 g. di amaretti
100 g. uvetta  ( ammorbidita e asciugata)
3 uova intere
250 g. zucchero
100 g. pinoli
½  tavoletta di cioccolato amaro fondente
50 g. di cacao amaro
50 g. di cacao dolce
50 g. di burro

Mettere a bagno il pane a pezzi nel latte e così gli amaretti
            per qualche ora, e poi rimestare lentamente in modo
            che si inzuppino completamente.
Unire  tutti gli altri ingredienti amalgamandoli.
Imburrare una teglia, infarinarla e stendervi il composto.

           Infornare  a 180 °C per circa un’ora.
           La torta deve risultare piuttosto morbida 
           ed è buona sia calda  che fredda.



          

sabato 12 maggio 2018

Quiche Lorraine agli champignons


Quiche Lorraine agli champignons 


Per festeggiare il compleanno di mio marito ho organizzato un pranzo con i figli e i nipoti  a casa nostra, di domenica. Una cosa semplice, intima.

Questo il Menù :

Tagliere di salame Felino IGP, con olive nere e cetriolini.
Quiche Lorraine agli champignons
Pennette al ragù alla bolognese
Vitel tonné
Insalata trevisana e finocchi

Coppette di fragole
Crostata homemade
Pasticcini freschi di pasticceria

    Bellini come aperitivo
    Prosecco Valdobbiadene
    Bonarda Oltrepo' Pavese
    Spumante Ferrari Brut.





Io preparo in pochi minuti la pasta brisée col mio Combimax 700 Braun. Ma potete usare anche la Brisé fresca Buitoni che è ottima.

Ecco la Ricetta :

Quiche Lorraine aux champignons
(ricetta di  mia zia Yvette di Parigi)

Per 8 persone

Per la pasta brisée :

• 250 g. di farina
• 150 g. di burro
• mezzo bicchiere di acqua
• Un pizzico di sale

Una volta pronta la pasta, avvolgete il panetto in un foglio
di pellicola e lasciate riposare in frigo per 30/40 minuti.
Poi con il matterello tirate una sfoglia sottile.


Per il ripieno :

• un cestino di champignons de Paris : 350 g. circa
• cipolla, aglio, prezzemolo
• 2 uova intere
• 2 cucchiai di olio
• 250 g. di panna da cucina
• 2 cucchiai di farina
• un cucchiaio di latte
• 200 g. di pancetta affumicata a dadini


Preparazione:

Preparare gli champignons puliti, tagliati a fettine e rosolati
in una teglia antiaderente con un poco di olio, uno spicchio
d’aglio e un poco di cipolla affettata.
Togliere dal fuoco dopo una decina o più di minuti, quando i
funghi sembrano cotti e tenere da parte.

Mettere a rosolare in una teglia senza condimento una cipolla
tritata sottile con l’aggiunta del prezzemolo tritato e quando
sarà imbiondita, togliere dal fuoco e tenere da parte.

Nella stessa teglia antiaderente, senza condimento , far rosolare
la pancetta affumicata tagliata a dadini piccoli (o il prosciutto
crudo a pezzetti) e poi togliere subito dal fuoco.
Deve solo ammorbidirsi, non seccare,

Preparare la crema con un quarto di panna (250 g.),
le due uova sbattute, due cucchiai di farina ben stemperata
con uno o due cucchiai di latte, e un pizzico di sale (poco,
perché la pancetta è già molto salata).
Questa crema deve risultare piuttosto densa.

Rivestite una teglia con la pasta brisée sopra la sua carta forno.
Ricordarsi di punzecchiare la pasta con i rebbi di una forchetta.
Ora faremo cuocere la brisée senza la farcia.
Ricoprire con carta d’alluminio molto aderente e riempire con
fagioli secchi come peso per non fare gonfiare la torta e mettere
in forno preriscaldato a 170°/180°C per circa una ventina di minuti.
Togliere la torta dal forno, lasciando però il forno acceso.
Eliminare i fagioli e la carta d’alluminio.

Ricoprire la torta con i funghi, la cipolla e il prezzemolo, la pancetta, livellare bene e ricoprire il tutto con la crema di
panna e uova.

Mettere di nuovo in forno a 180°C per circa dieci o quindici
minuti ma attenzione , ora dobbiamo utilizzare il Grill,
tenendo a giusta distanza la superficie della torta facendo
attenzione che non bruci.
Questo per far rapprendere meglio la crema se troppo liquida.
Dato che la base è già cotta, con il metodo grill cuoce bene
la parte sopra.

Sfornare e lasciare intiepidire o raffreddare, prima di affettare.


Variante :
Potete semplificare il tutto mettendo subito la
farcia sopra la pasta brisée cruda e mettere in forno
preriscaldato a 200°C per 30 minuti.
























venerdì 11 maggio 2018

La mia ratatouille alla nizzarda



 RATATOUILLE ALLA NIZZARDA

E' un contorno di verdure mediterranee che amo moltissimo. Preparo spesso la ratatouille, come la preparava mia mamma, specialmente in estate.



Tempo di preparazione : Mezz’ora
Tempo di cottura : 40 minuti

Dosi per 6 persone :

Un peperone rosso e uno giallo tagliato a strisce.
350 g. di pomodori  perini pelati e privati dei semi.
Una grossa cipolla affettata finemente.
400 gr. di zucchine tagliate a fettine sottili.
400 gr. di melanzane tagliate a cubetti.
5 cucchiai di olio extra-vergine d’oliva
Uno spicchio d’aglio.
Un mazzetto aromatico, legato (basilico, origano o timo)
Pepe macinato al momento.
Sale.

Far rosolare la cipolla per cinque minuti in una capace padella. Aggiungete i pomodori  schiacciati grossolanamente con la forchetta, le zucchine e le melanzane.
Rigirate con cura, unite anche i peperoni, l’aglio, il mazzetto aromatico, e quindi condite il tutto con il sale e abbondante pepe macinato al momento.
Fate cuocere a calore vivace per trenta minuti o fino a quando le verdure avranno perso tutto il loro liquido e saranno rosolate uniformemente.
Togliete l’aglio e il mazzetto aromatico. Disponete sul piatto di portata  le verdure.

La ratatouille deve avere un fondo di cottura piuttosto denso , senza però che zucchine e melanzane si spappolino.
E' buona calda ma gustosa anche fredda. Ottima per accompagnare carne o pesce. Oppure per condire pasta o riso.





mercoledì 9 maggio 2018

La Pastiera Napoletana


LA PASTIERA NAPOLETANA

La pastiera napoletana è uno dei dolci tipici della regione campana,  e viene preparata soprattutto per celebrare le festività della Santa Pasqua, ma ora la si consuma anche durante tutto l'anno.

Dosi per 10 persone -  
Temperatura forno  : 180°C per circa 1 ora

Per la pasta frolla:
 300 g. di farina
150 g. di zucchero
150 g. di burro
2 uova
Un pizzico di  sale

Per il ripieno:
1 scatola da 400 g. di grano cotto ( si trova al supermercato)
500 g. di ricotta fresca
100 cc. Di latte
200 g. di zucchero
 3 uova intere
3 o 4 cucchiai di acqua di fiori d’arancio
100 gr. di scorza di arancia candita a dadini
1 bustina di vanillina
Un pizzico di sale,
cannella,
scorza di mezza arancia,
poco burro e farina per lo stampo

Per la pasta frolla :
Setacciate la farina con un pizzico di sale in una ciotola larga, fate la fontana e mettetevi il burro morbido a pezzetti.
Amalgamate gli ingredienti sfregandoli con la punta delle dita fino a ottenere delle grosse briciole.
Fate nuovamente la fontana, metteteci i tuorli e lo zucchero e impastate rapidamente, quanto basta per ottenere un impasto omogeneo. Raccoglietelo a palla, avvolgetelo con la pellicola trasparente  e lasciate riposare nella parte meno fredda del frigorifero per almeno mezz’ora.
Per il ripieno, fate bollire il latte, quindi, fuori dal fuoco, unite il grano e lavoratelo un po’ con la forchetta per scioglierlo (aumentate leggermente la dose del latte se necessario). Unite anche lo zucchero e mescolate bene. Passate quindi la ricotta dal setaccio e amalgamatevi il composto di grano ormai freddo, le uova intere, l’acqua profumata, i canditi a dadini e la scorza grattugiata di mezza arancia e la cannella.
Imburrate e infarinate una tortiera di 26 cm. con bordi svasati di 4 cm. di altezza. Foderatela con i due terzi della pasta frolla stesa a uno spessore di circa mezzo cm e ritagliatene l’eccesso sui bordi.
Versate il ripieno, coprite con il resto della pasta tagliata a strisce.
Mettete la pastiera nel forno già caldo a 180°C e lasciatela cuocere  per circa un’ora, fino a quando il ripieno sarà rassodato.
Sfornate e lasciate raffreddare.

 La pastiera può essere preparata con un giorno o due  di anticipo e conservata in frigorifero.



venerdì 4 maggio 2018

Torta con fragole e crema pasticcera



Torta con fragole e crema pasticcera
Ingredienti :
1 disco di Pan di Spagna  Gr. 400 (25 cm di diametro)
 600 g. di fragole  o q.b.

Per la crema:
8 tuorli d’ uova
200 g. di zucchero
1 lt di latte
80  g. di farina
 Scorza di mezzo limone ben lavata e asciugata
50 g. di burro

Per lo sciroppo :
200 g. di zucchero
Mezzo litro di acqua
La buccia di un limone
150 ml. di Limoncello

Per decorazione laterale:
150 g. di lingue di gatto (biscotti)

Esecuzione:

Sistemare il Pan di Spagna su di un piatto per dolci e dividerlo a metà con un coltello lungo.

Preparare lo sciroppo di limoncello:

 Mettete in una pentola lo zucchero, la buccia di un limone e l’acqua, portate ad ebollizione e lasciate bollire a fuoco basso per circa 15 minuti. Togliere dal fuoco e lasciare intiepidire. Eliminare la buccia di limone e aggiungere il limoncello, mescolare bene.
 Spruzzare lo sciroppo sulla metà del pan di Spagna, facendo attenzione però a non bagnare troppo altrimenti la torta rimane molle e non si potrà affettare bene.

Preparare ora la crema:

Lavorate a crema bianca i tuorli con lo zucchero, usando le fruste elettriche. Incorporate la farina e diluite con il latte freddo. Versate in una casseruola, unite il burro e la scorza di limone e a fuoco basso, sempre mescolando, fate rapprendere. Non deve bollire. La crema è pronta quando vela in modo consistente il dorso del cucchiaio. Eliminate la scorza di limone e lasciate raffreddare.

Versare la crema pasticcera sul disco di Pan di Spagna leggermente bagnato con lo sciroppo e stendere bene, lo strato di crema deve essere alto almeno un centimetro. Coprire con il secondo disco di pan di Spagna, leggermente spruzzato con lo sciroppo di limoncello e guarnire il contorno con le lingue di gatto attaccandole con un poco di crema. Ricoprire infine il top con altra crema pasticcera e decorare con le fragole tagliate a metà, mettendole in piedi a raggiera e aggiungere alcune foglioline di menta fresca. Tenere in frigorifero diverse ore prima di servire.









mercoledì 7 marzo 2018

Quiche ai fagiolini e patate








QUICHE AI FAGIOLINI E PATATE

Ingredienti per una torta per  6/ 8 persone:      (teglia da 28 cm)

 una pasta brisée preparata con:
250 g. di farina
125 g. di burro
mezzo bicchiere di acqua
sale

per la farcia :
400 g. circa di fagiolini teneri
3 patate
3 uova
200 g. di ricotta
200 ml. di panna fresca
50 g. Parmigiano Reggiano grattugiato
Sale, pepe, noce moscata


Preparate la brisée :
Impastate la farina con il burro a pezzetti , un pizzico di sale e l’acqua fredda necessaria per ottenere un impasto consistente.
Avvolgete la pasta nella pellicola da cucina e fatela riposare mezz’ora circa in frigorifero.
( In alternativa : Potrete anche usare la pasta brisée che ora si trova fresca già pronta).

Preparate i fagiolini e le patate lessati in acqua bollente salata. Scolate e lasciate raffreddare.
Tagliate le patate a tocchetti . Intanto, fate preriscaldare il forno a 180/200°.


Preparate la crema : sbattete le uova, aggiungetevi la ricotta , la panna, il parmigiano grattugiato, una spolverata  di sale, pepe e di noce moscata. Amalgamate bene.

Stendete la  pasta brisée nella  teglia foderata di carta forno, punzecchiate la pasta con la forchetta. Distribuitevi  i fagiolini e le patate tagliate a dadini  e irrorate con la crema  di uova, ricotta e panna.

Fate cuocere la quiche per 35 minuti circa nel forno già caldo a 180/200°.


Più facile di così !!!










 BUON APPETITO !!!

sabato 17 febbraio 2018

Risotto alle pere e robiola


Risotto alle pere e robiola

(English version below)

Risotto delicato alle pere con robiola

Ingredienti per 4 persone:

320 gr. di riso Carnaroli  Anno Mille  “Viaggiator Goloso”
4 cucchiai olio extra-vergine d’oliva ligure
2 scalogni
3 pere kaiser
200 g. robiola
½ bicchiere vino bianco secco
Brodo vegetale 1 lt. circa
25 g. di burro
Parmigiano reggiano q.b.
Sale e pepe

Sbucciare due pere, tagliarle a dadini e tenere da parte. Una pera andrà tagliata a spicchi e servirà per la decorazione finale.
In una casseruola far rosolare  4 cucchiai di olio  con lo scalogno tritato, mantenendolo biondo. Buttare il riso e lasciar tostare. Bagnare con mezzo bicchiere di vino bianco secco e lasciarlo evaporare.  Aggiungere piano piano, girando, il brodo caldo e far cuocere una decina di minuti. Regolare di sale . Versare i dadini di pera, mescolare aggiungere altro brodo se necessario e portare a cottura per altri sette, otto minuti.
A cottura ultimata, togliere la casseruola dal fuoco, mantecare con il burro, la robiola e  il parmigiano reggiano.
Servire il risotto decorando con alcune fettine di pera.

ENGLISH VERSION :

Risotto with pears and robiola With flavors

Ingredients for 4  serving :

320 gr. of Carnaroli rice Year One thousand "Viaggiator Goloso"
4 tablespoons extra-virgin olive oil from Liguria
2 shallots
3 pears kaiser
200 g. robiola
½ glass of dry white wine
Vegetable broth 1 lt. about
25 g. of butter
Parmigiano reggiano q.b.
Salt and pepper

Peel two pears, cut into cubes and keep aside. A pear will be cut into wedges and will be used for the final decoration.
In a saucepan, sauté 4 tablespoons of oil with the chopped shallot, keeping it blond. Throw the rice and leave to toast. Sprinkle with half a glass of dry white wine and let it evaporate. Slowly add the hot vegetable broth and cook for about ten minutes. Adjust salt. Pour the pear cubes, add more broth if necessary and cook for another seven, eight minutes.
When cooked, remove the saucepan from the heat, stir in butter, robiola and Parmesan cheese.

Serve the risotto decorating with some slices of pear.